Cassaediletn sede
Cassaediletn sede mobile

Chi siamo

La Cassa Edile della Provincia Autonoma di Trento è lo strumento per l’attuazione, in provincia di Trento, dei contratti ed accordi collettivi stipulati fra l’A.N.C.E., l’Intersind e le Federazioni Nazionali dei Lavoratori (Fe.N.E.A.L.-U.I.L., F.I.L.C.A.-C.I.S.L. e F.I.L.L.E.A.-C.G.I.L.), nonché fra la Sezione Autonoma dell’Edilizia dell’Associazione degli Industriali della Provincia di Trento e la Fe.N.E.A.L.-U.I.L., F.I.L.C.A.-C.I.S.L. e F.I.L.L.E.A.-C.G.I.L. della Provincia di Trento.

Le nostre origini

1963

La Cassa Edile di Trento è nata il 4 marzo 1963 dall’accordo tra l’Associazione Industriali e le Organizzazioni Sindacali dei Lavoratori (Filca Cisl, Fillea Cgil e Feneal Uil), in applicazione del Contratto Nazionale ed Integrativo Provinciale, aggiungendosi in un secondo momento l’Associazione degli Artigiani.

Fin dall’inizio, la funzione principale della Cassa Edile fu quella di gestire gli accantonamenti dei lavoratori per ferie, permessi e gratifica natalizia e dei versamenti dei contributi calcolati sull’accantonamento stesso necessari per le attività dell’ente e per l’erogazione delle assistenze ai lavoratori. Indirettamente il versamento dell’accantonamento presso la Cassa Edile garantiva e garantisce la verifica della regolarità dell’assunzione dei lavoratori.

Uno degli obiettivi primari che ha visto nascere la Cassa Edile è stato quello di regolamentare un Settore, quello Edile, caratterizzato da una forte mobilità interaziendale.

Infatti, a differenza di altri settori lavorativi, il lavoratore edile è soggetto a frequenti cambiamenti di impresa.

La Cassa Edile ha lo scopo di tutelare tali lavoratori nel poter ottenere tutto quanto loro spettante. Ciò avviene tramite la raccolta dei dati relativi alle ore lavorate sulla pluralità di cantieri cui ha prestato la sua attività.

Concretamente, Cassa Edile funge da garante per il lavoratore nell’applicazione di importanti istituti economico contrattuali, inoltre vigila sulla regolarità delle imprese edili che operano in Provincia di Trento, affinché le imprese regolari siano, attraverso il sistema Cassa Edile, tutelate per ottenere più opportunità di lavoro.

La natura mutualistica che Cassa Edile della Provincia Autonoma di Trento riveste sin dalla sua nascita, in favore degli operatori del Settore Edile, si sostanzia in una molteplicità di prestazioni erogate sia a favore dei Lavoratori dipendenti che dei Datori di Lavoro.

Cassaediletn sede mobile

Cosa facciamo

La Cassa Edile della Provincia Autonoma di Trento, quale organismo tipico del settore delle costruzioni, sorto in relazione alla peculiarità dei rapporti di lavoro con gli operai edili, caratterizzato da una rilevante mobilità interaziendale, viene gestita pariteticamente dalle Organizzazioni locali dei datori di lavoro industriali ed artigiani e dei lavoratori aderenti a F.I.L.C.A. – C.I.S.L., F.I.L.L.E.A. – C.G.I.L.. e Fe.N.E.A.L. – U.I.L..

La Cassa Edile eroga ai lavoratori una parte importante del trattamento retributivo dovuto dalle imprese: si tratta in particolare del trattamento economico per ferie e gratifica natalizia che le imprese, in relazione alla mobilità dei lavoratori, accantonano presso la Cassa Edile, la quale provvede al pagamento agli interessati alle scadenze previste (luglio per gli accantonamenti da ottobre ad aprile e dicembre per quelli da maggio a settembre).
Eroga poi significative prestazioni agli operai, sostenute da contributi mutualistici delle imprese, quali il premio annuo per l’anzianità professionale edile (APE), corrispondente agli scatti d’anzianità previsti dagli altri contratti di lavoro e l’integrazione al trattamento economico nei casi di malattia ed infortunio.
Esplica la sua attività mutualistica attraverso il rimborso alle imprese del trattamento per malattia, infortunio e malattia professionale anticipato agli operai.
Liquida inoltre una lunga serie di assistenze a fronte di spese sanitarie, infortuni extraprofessionali o in casi di particolari difficoltà familiari.
Fornisce infine annualmente a tutti i lavoratori un paio di calzature antinfortunistiche.
L’iscrizione alla Cassa Edile comporta la possibilità sia per le imprese che per gli operai di usufruire dei servizi offerti da Centrofor nel campo della sicurezza sul lavoro e della formazione professionale.
La Cassa Edile provvede anche all’incasso dei contributi dovuti dalle imprese a favore di Centrofor.
Il funzionamento della Cassa Edile viene assicurato mediante una contribuzione, contrattualmente stabilita, a carico per 5/6 delle imprese e per 1/6 dei lavoratori.
Grande importanza, al di là dell’erogazione di prestazione, ha assunto nel tempo la Cassa Edile, quale organo di verifica e controllo della regolarità delle imprese che partecipano ad appalti pubblici. Tale tipo di attività contribuisce allo sviluppo di una più corretta concorrenzialità, con regole e costi uguali per tutti. Le dichiarazioni di regolarità rilasciate permettono inoltre alle imprese di ottenere sgravi contributivi sia da INPS che da INAIL.
Un ruolo di rilievo riveste infine la Cassa Edile nei rapporti in generale tra le parti sociali. Si tratta in effetti di un “campo neutro” dove le rappresentanze dei lavoratori e delle imprese si confrontano per dare applicazione ai contratti nazionali e provinciali ed alle direttive della CNCE, in una dialettica a volte aspra e sostenuta, ma sempre costruttiva; l’opportunità inoltre di affrontare dei temi in una sede diversa da quella delle trattative ufficiali permette proficui momenti di incontro e di discussione.

Leggi di più Leggi di meno
Cassaediletn donna su ponteggio
Cassaediletn donna su ponteggio mobile

Consiglio Generale

  • Comitato di Presidenza

    Il Comitato di Presidenza è costituito dal Presidente designato dalla Sezione Autonoma dell’Edilizia dell’Associazione Industriali di Trento, dal Vicepresidente designato dalle Organizzazioni Sindacali territoriali dei lavoratori e da due membri, di cui il primo nominato dall’Associazione Artigiani e piccole imprese di Trento e il secondo dalle Organizzazioni Sindacali territoriali dei lavoratori. Spetta al Comitato di Presidenza dare esecuzione alle deliberazioni del Comitato di Gestione.

    Presidente: Benoni Mirto
    Vice Presidente: Bignotti Fabrizio
    Presidente Aggiunto: Montibeller Aldo
    Vice Presidente Aggiunto: Et Tahiri Abdelali

  • Comitato di Gestione

    Il Comitato di Gestione è costituito in forma paritetica da dieci componenti: oltre ai quattro membri del Comitato di Presidenza altri due componenti sono nominati dalla Sezione Autonoma dell’Edilizia dell’Associazione Industriali di Trento, uno dall’Associazione Artigiani e piccole imprese di Trento e tre dalle Organizzazioni Sindacali territoriali dei lavoratori. Ha il compito di provvedere all’amministrazione e alla gestione dell’Ente compiendo tutti gli atti necessari allo scopo. In particolare il Comitato di Gestione predispone il Piano previsionale delle entrate e delle uscite, nonché il Bilancio Consuntivo. Spetta al Comitato l’assunzione, l’inquadramento e il trattamento di tutto il personale dipendente e la nomina di un direttore a reggere gli uffici dell’Ente.

    Presidente: Benoni Mirto
    Vice Presidente: Bignotti Fabrizio
    Presidente Aggiunto: Montibeller Aldo
    Vice Presidente Aggiunto: Et Tahiri Abdelali
    Associazione Artigiani Trentino: Battisti Deborah
    ATE – ANCE Trento: Garbari Lorenzo
    FeNEAL – UIL del Trentino: Jovani Adnand
    ATE – ANCE Trento: Libardoni Stefano
    FILLEA – CGIL del Trentino: Mastrogiuseppe Giampaolo
    FENEAL – UIL del Trentino: Salvetti Matteo

  • Consiglio Generale

    Il Consiglio Generale conta complessivamente venti membri dei quali dieci sono i componenti il Comitato di Gestione cui si aggiungono tre componenti nominati dalla Sezione Autonoma dell’Edilizia dell’Associazione Industriali di Trento, due componenti nominati dall’Associazione Artigiani e piccole imprese di Trento e cinque componenti nominati dalle Organizzazioni Sindacali territoriali dei lavoratori. Spetta al Consiglio Generale valutare il Piano Previsionale delle entrate e delle uscite, approvare il Bilancio Consuntivo dell’Ente e decidere in merito all’interpretazione dello Statuto.

    Associazione Artigiani Trentino: Abram Michele
    ATE – ANCE Trento: Angelini Alessandro
    ATE – ANCE Trento: Calzà Elisabetta
    FILLEA – CGIL del Trentino: Crotti Federico
    FILLEA – CGIL del Trentino: Mataj Elton
    Associazione Artigiani Trentino: Micheli Zanotti Massimo
    FeNEAL – UIL del Trentino: Mylonas Gabriele
    FILCA – CISL del Trentino: Teresi Salvatore
    FILLEA – CGIL del Trentino: Trpeski Venko
    ATE – ANCE Trento: Tomasoni Angelo

  • Collegio Sindacale

    Il Collegio Sindacale è composto da cinque membri di cui uno nominato dalla Sezione Autonoma dell’Edilizia dell’Associazione Industriali di Trento, uno nominato dall’Associazione Artigiani e piccole imprese di Trento e due nominati dalle Organizzazioni Sindacali territoriali dei lavoratori. Il Presidente del collegio è scelto di comune accordo tra tutte le parti sociali; deve essere iscritto nel Registro dei Revisori contabili. Al Collegio spetta il controllo sull’amministrazione dell’ente, sull’osservanza delle leggi e dello statuto e la corrispondenza del bilancio con le risultanze contabili; partecipa, con voto consultivo, alle riunioni del Comitato di Gestione e del Consiglio Generale.

    Parti Sociali – Presidente: Moser Marcello
    Associazione Artigiani Trentino: Albasini Marzia
    ATE – ANCE Trento: Burlon Lorenza
    Organizzazioni territoriali dei lavoratori del Trentino: Campregher Fabio
    Organizzazioni territoriali dei lavoratori del Trentino: Trombetta Antonio Luigi

Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte2

cm_cookie_cassaediletn

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore